Arrow Global al terzo closing, 1,5 miliardi per il mercato degli Npl

1 mese ago laveritaeradigitale Commenti disabilitati su Arrow Global al terzo closing, 1,5 miliardi per il mercato degli Npl



raccolti 300 milioni

Raccolti 300 milioni, di cui 75 investiti direttamente da Arrow. L’italiana Sagitta coinvolta con un fondo feeder di diritto italiano

Raccolti 300 milioni, di cui 75 investiti direttamente da Arrow. L’italiana Sagitta coinvolta con un fondo feeder di diritto italiano

2′ di lettura

Arrow Global Group plc, uno dei principali investitori europei e asset manager alternativi in portafogli di asset deteriorati e non core ha completato il terzo closing del suo fondo chiuso Arrow Credit Opportunities SCSp. Sono stati raccolti ulteriori 0,3 miliardi di euro di capital commitment, portando il totale degli impegni di capitale a 1,5 miliardi di euro.

Quest’ultima sottoscrizione include 75 milioni di euro da parte di Arrow che si è impegnata a investire un importo pari al 25% degli impegni totali nei confronti del Fondo insieme ad altri investitori. Il terzo closing ha suscitato forte interesse da parte di una vasta gamma di investitori globali. Il Fondo include ora investitori domiciliati in Stati Uniti, Paesi Bassi, Canada, Svizzera, Germania, Italia, Paesi nordici e Asia.

«Questo primo fondo rappresenta una significativa svolta per il Gruppo. Dimostra che stiamo realizzando con successo la nostra strategia finalizzata a trasformare il business attraverso lo sviluppo delle nostre capacità di gestione dei fondi – commenta Lee Rochford, amministratore delegato del gruppo di Arrow Global -. Sono stato colpito dalla velocità della raccolta, che è stata guidata da una forte domanda da parte degli investitori istituzionali, grazie anche a un grande coinvolgimento del team Arrow Global».

Arrow è ora focalizzata sull’impiego delle risorse del fondo, capitalizzando le opportunità nel mercato npl, che hanno subito un incremento per effetto della situazione globale che stiamo vivendo. Il Fondo rappresenta una componente importante della strategia di Arrow, sempre più attenta ad aumentare gli impieghi ad alto margine e a basso assorbimento di capitale. Offre inoltre ad Arrow un’importante opportunità di accrescere le proprie attività di gestione patrimoniale e di servicing attraverso l’offerta di servizi AMS al Fondo.

«Siamo molto soddisfatti dei risultati ottenuti dal Gruppo con questo terzo closing – dichiara Claudio Nardone, amministratore delegato di Sagitta, la Sgr controllata da Arrow – Il nostro fondo ha attratto alcuni dei migliori investitori internazionali, dai fondi pensione alle assicurazioni ai fondi sovrani e ai family office. Anche la SGR italiana è coinvolta attraverso un Fondo Feeder di diritto italiano riservato agli investitori professionali. Il Fondo Feeder fornisce agli investitori istituzionali italiani un modo per accedere alle significative opportunità di investimento esistenti nel settore dei non performing asset in Europa