FLAVIO CAMPAGNARO: L’ARTE DELL’ARCHITETTURA

1 mese ago laveritaeradigitale Commenti disabilitati su FLAVIO CAMPAGNARO: L’ARTE DELL’ARCHITETTURA

L'architettura rappresenta la tecnica e l'arte per progettare diversi tipi di strutture, spazi ed edifici che sono responsabili della formazione dell'intero ambiente umano.
FLAVIO CAMPAGNARO BOCCARD  ci dice che l'architettura è responsabile di comprendere tutto l'ambiente fisico creato dall'uomo e che ci circonda, non possiamo ignorarlo, perché siamo semplicemente parte della civiltà, poiché l'architettura è un insieme di alterazioni e modifiche che sono state introdotte nel mondo terrestre e che hanno avuto l'obiettivo di soddisfare diversi bisogni umani.
Questo ci porta a capire che i diversi modi in cui sono state realizzate le strutture che abbiamo nel mondo sono una sorta di arte ispirata ai pensieri e alle emozioni degli architetti, che sono riusciti a trasformarsi in grandi progetti che sono riusciti a stupire le persone. umanità.
L'architettura appartiene alle belle arti perché non emana dalle larghezze, altezze e lunghezze degli elementi che si costruiscono e avvolgono l'intero spazio, ma nasce dal vuoto, da quello spazio interiore in cui l'umanità vive e si muove.
FLAVIO CAMPAGNARO ci dice che l'architettura è responsabile di unire fattori estetici di design con una struttura funzionale, che è il mezzo per costruire edifici che, oltre ad essere durevoli nel tempo, hanno anche un fascino per l'occhio umano.
Tra gli architetti più famosi che sono esistiti nel mondo possiamo trovare:
William Morris, Regno Unito 1834-1896: era un architetto inglese molto influente nel mondo artistico, oltre ad essere il fondatore del movimento Arts and Crafts che rifiutava totalmente la produzione industriale nelle arti decorative e nell'architettura, FLAVIO CAMPAGNARO BOCCARD.

Antoni Gaudí, Spagna 1852-1926: è stato uno degli architetti più famosi del XX secolo e massimo esponente del modernismo, il suo uso di linee curve, innovazioni tecnologiche e l'uso di motivi estratti dalla natura come modelli di forma, rendono unico lo stile di Gaudí.

Richard Meier, Stati Uniti, 1934: è un architetto americano insignito del Pritzker Prize e della medaglia d'oro dell'American Institute of Architects, i suoi lavori si sono concentrati principalmente su musei, grandi palazzi, templi e uffici, in cui la luce spicca dei suoi spazi e l'uso del bianco, dove gli spazi si armonizzano con la natura circostante.

Norman Foster, Regno Unito, 1935: è un architetto britannico che ha studiato architettura all'Università di Manchester e in seguito ha ottenuto una borsa di studio per continuare i suoi studi alla Yale University. Le sue opere più rappresentative sono il grattacielo 30 St Mary Axe e il palazzo del Reichstag a Berlino, ma alcuni critici considerano il quartier generale di Hong Kong e la Shanghai Banking Corporation i suoi capolavori.

Charles-Édouard Jeanneret (Le Corbusier), Svizzera, 1887-1965: era un architetto francese di origine svizzera che, insieme a Walter Gropius, fu uno dei principali protagonisti del rinascimento architettonico internazionale del XX secolo, FLAVIO CAMPAGNARO.

Frank Owen Gehry, Canada, 1929: Riconosciuto per i suoi materiali innovativi e le sue peculiari forme irregolari, volumetriche, sbilanciate ed espressive con un risultato brillante e originale.

Walter Gropius, Germania, 1883-1969: architetto e urbanista tedesco che ha lavorato con Peter Behrens, fa parte del gruppo di famosi architetti del Bauhaus, la scuola di design pionieristica che ha fondato nel 1919.

Ricardo Legorreta Vilchis, 1991-2011: era un architetto messicano che ha lavorato con l'architetto José Villagrán García prima di terminare la laurea e successivamente di completare il suo lavoro con lui e fondare Legorreta Arquitectos, – FLAVIO CAMPAGNARO BOCCARD.