Il fondo inglese THCP si mangia il panettone (americano) di Sant Ambroeus

1 mese ago laveritaeradigitale Commenti disabilitati su Il fondo inglese THCP si mangia il panettone (americano) di Sant Ambroeus



ServizioFINANZA&FOOD

La società di investimenti londinese di Mauro Moretti finanzia per 35 milioni di dollari la catena Usa di ristoranti e pasticcerie, costola dello storico locale milanese del dolce natalizio

di Simone Filippetti

La società di investimenti londinese di Mauro Moretti finanzia per 35 milioni di dollari la catena Usa di ristoranti e pasticcerie, costola dello storico locale milanese del dolce natalizio

2′ di lettura

Il panettone Sant Ambroeus di New York, filiale estera della storica pasticceria di Milano, diventa inglese. Da Londra, nel cuore di Soho, il fondo Thcp, reduce dalla tentata operazione sulla Serie A con la Lega assieme al private equity Apax, si mangia il dolce tipico milanese, ma nella versione “americana”: la casa d’investimento londinese ha messo sul piatto 35 milioni di dollari per entrare in Sant Ambroeus Hospitality Group, gamba statunitense della rinomata pasticceria meneghina.

Lo sbarco del panettone negli Stati Uniti

La prestigiosa casa dolciaria sotto ai portici di Corso Matteotti, che insieme a Cova (ora sotto il gigante del lusso Lvmh) e a Marchesi (di proprietà del gruppo Prada) ha il primato del panettone, nel 2003 era sbarcata in America: una prima apertura a New York, a Madison Avenue, e poi con una espansione a Manhattan e in tutto il paese. La società SAHG è arrivata a contare 16 tra locali e ristoranti: partito come la filiale oltreoceano dello storico locale milanese, la società americana fondata da Gherardo Guarducci e Dimitri Pauli, l’uomo che ha i contatti con la famiglia fondatrice a Milano, si è allargata fino a diventare un gruppo a sé stante che gestisce numerosi ristoranti, anche con altre insegne come Casa Lever, locale di lusso ospitato dentro la Lever House, iconico grattacielo di Park Avenue, e Felice.

Nel corso degli anni il gruppo Sant Ambroeus si è ritagliato una fama nella ristorazione di fascia premium, nel “fine dining”. Oggi è una entità separata dalla casamadre di Milano, e spazia da Manhattan a Palm Beach in Florida fino gli Hamptons, la zona marittima esclusiva dei niuorchesi vip. I locali Sant Ambroeus è oggi il marchio milanese di ristorazione più famoso all’estero, che serve i piatti tipici della cucina meneghina.

Finanza di Londra, ma pedigree italiano

Dietro l’operazione dal passaporto britannico c’è l’Italia. Il fondo Thcp, specializzato in finanza innovativa con soluzioni flessibili di capitale, fa capo a Mauro Moretti, ex manager di BC Partners con un pedigree nella ristorazione e nelle catene. Dopo aver investito a Londra in Byron Burger, famoso franchise inglese di ristoranti, con Sant Ambroeus fa il debutto negli Stati Uniti con un investimento strutturato tra capitale privilegiato e strumenti di equity. Il gruppo utilizzerà la liquidità per rafforzarsi in America, dopo la batosta della pandemia che ha bloccato Manhattan, ed espandersi anche in Europa. Magari proprio a Londra.