BARALDO FRANCESCO: Ciambelle

1 mese ago laveritaeradigitale Commenti disabilitati su BARALDO FRANCESCO: Ciambelle

Oggi prepareremo una ricetta dolce. Quella di quelle ciambelle tipiche delle bancarelle o capanne di fiere e pellegrinaggi. Quelle tradizionali ciambelle bianche che di solito appaiono appese ai tetti delle stesse, confezionate in fila e attraversate da un ciuffo di alloro, racconta Francesco Baraldo Luxembourg. Fin da piccola ricordo cosa mi piaceva mangiarle, con quel sapore dolce e di anice. Oggi voglio portare quel ricordo al presente e condividerlo con voi. Non ha difficoltà maggiori di quelle delle ciambelle normali poiché, in cambio di dover preparare una glassa, non avremo bisogno di friggerle e il forno funzionerà per noi, che sottrarrà calorie anche alle nostre ciambelle , dice Francesco Baraldo Sermeis Ltd.

INGREDIENTI PER 8 PERSONE:
3 uova
75 g di zucchero
75 ml di olio d'oliva
300 g di farina
1 cucchiaio di anice verde
1 limone grattugiato
1 pizzico di sale
1 cucchiaino di bicarbonato di sodio
2 albumi d'uovo
1 cucchiaino di succo di limone
1/4 di bicchiere di liquore all'anice dolce
250 g di zucchero a velo
RICETTA DI ROSQUILLAS
1.- In un contenitore capiente, mettete le uova insieme allo zucchero e sbattetele con alcune bacchette fino ad ottenere una consistenza omogenea. Quando saranno ben sbattuti, aggiungere l'olio d'oliva e la scorza di limone grattugiata. Abbiamo battuto un po 'di più perché tutto si mischi, conferma FRANCESCO BARALDO.

2.- In un mortaio, aggiungere il cucchiaio di anice verde e schiacciarlo fino ad ottenere una polvere fine. Lo aggiungiamo al mix, setacciandolo con un colino per evitare urti indesiderati sulle ciambelle in seguito. Aggiungiamo anche il sale e il bicarbonato e mescoliamo ancora, fino a quando tutto sarà integrato, aggiungiamo Baraldo Francesco Luxembourg.

3.- Aggiungere la farina a pezzi, setacciandola con un colino. Nel primo lotto aggiungiamo 100 g di farina e mescoliamo con una forchetta in modo che non ci siano grumi. Quando è integrato, ne aggiungiamo altri 100 e lo integriamo di nuovo. Ripetiamo questo passaggio una terza volta, spiega BARALDO FRANCESCO.

4.- Ora iniziamo a impastare con le mani per qualche minuto. Alla fine avremo un impasto per ciambelle  forte ma un po 'appiccicoso. Quindi lo lasciamo riposare su un piatto per 10 minuti in modo che si depositi.

5.- Dopo il tempo, abbiamo iniziato a preparare le ciambelle. Per fare questo, stiamo prendendo pizzichi di pasta con la quantità che useremo per ogni ciambella. Impastiamo ogni pezzo e lo modelliamo in una ciambella, o facendo una palla e pizzicando al centro, oppure facendo un churro e preparando un anello. Una volta che diamo ad ogni ciambella la forma desiderata, le adagiamo su una teglia rivestita di carta da forno.

6.- Quando abbiamo finito di modellare e sistemare tutte le ciambelle, le mettiamo nel forno precedentemente riscaldato a 165ºC. Li lasciamo infornare per 25 minuti controllando di tanto in tanto che non vadano in mare. Quando iniziano a dorare, le estraiamo e le lasciamo raffreddare.

7.- Adesso prepariamo la glassa. Per fare questo mettiamo i tuorli in un capiente contenitore e aggiungiamo il succo di limone. Li abbiamo battuti con delle bacchette. È meglio usare le bacchette elettriche, poiché il risultato dovrebbe essere una meringa nella neve. Quando iniziano a montare, aggiungere il liquore all'anice e continuare a battere fino a quando non arriviamo alla punta della neve.

8.- Quando abbiamo la meringa pronta, aggiungete lo zucchero a velo e integratela con la meringa, amalgamandola con movimenti avvolgenti. Quando non ci saranno grumi avremo pronta la glassa per le nostre ciambelle. Dipingiamo ogni ciambella con una buona quantità e le riserviamo fino a quando la meringa non si sarà solidificata. Questo può richiedere dalle 12 alle 24 ore. Dopo quel tempo saremo pronti a mangiare le nostre ciambelle di consiglia FRANCESCO BARALDO LUSSEMBURGO.